DICONO DI ME

La scrittura come metodo di cura

4,0 rating
30 Settembre 2022

Ho partecipato ieri sera ad una sessione di prova online per vedere come funziona il metodo di Scrittura Riparativa. Molto interessante e coinvolgente, riesce a tirare fuori cose che pensavamo ormai sepolte e che invece ci toccano ancora ed è terapeutico farle uscire, anche piangendo. Grazie Francesca, penso che mi iscriverò ad uno dei laboratori. Ad maiora

Silvia Donzino

Ricordarsi di essere Regina - da Kore a Persefone

5,0 rating
29 Settembre 2022

Bellissima serata. Bravissima Francesca a trovare esche giuste per i pescecani nascosti nel cuore di ognuno di noi. Perché anche i mostri hanno un cuore, che hanno dovuto nascondere per paura che qualcuno lo portasse via. Francesca mi ha condotta nel labirinto che avevo dentro. La matassa si dipana, il gomitolo si fa…e si comincia a tessere le storie. E io mi sono sentita a casa. Grazie di cuore, cara Francesca.

Antonella Zoe

Scrivi che ti passa!

5,0 rating
24 Giugno 2022

Le emozioni…anche quelle più inaspettate emergono durante la scrittura. La cosa importante è prenderne consapevolezza all’improvviso ed essere guidati nel dare senso a quello che speriamo. Francesca Di Gangi nel fare questo è una professionista attenta, preparata ed empatica. Buona scrittura a tutti!

Silvana Filippone

Uno tsunami emotivo

5,0 rating
23 Giugno 2022

Mi sono iscritta al laboratorio di Scrittura Riparativa d’impulso senza alcuna aspettativa, seguendo l’istinto che mi diceva di farlo.
E’ stato uno tsunami di emozioni, di ricordi che aspettavano da tempo di tornare alla luce, di dialoghi che non riuscivo o non volevo fare, di ferite antiche da medicare…E ora che, grazie a Francesca, ho iniziato questo dialogo con me stessa attraverso la scrittura voglio continuare per ritrovarmi.
Grazie Francesca, l’incontro con te è ciò che stavo cercando da molto tempo.

Rita

Una sorpresa!

5,0 rating
3 Giugno 2022

Come un naufrago in un mare di emozioni, sono stata travolta da un’onda anomala di consapevolezza che a tratti mi ha spaventata. È stato di certo un curioso viaggio nei posti più reconditi di me.
Con un foglio bianco e una penna ho creando fili d’inchiostro che hanno sciolto nodi di un’intricata matassa di pensieri taciuti.
Grazie Francesca per avermi condotta in un porto sicuro.

Giusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi