“L’inconscio di ogni scrittore ha la sua storia, per così dire, archetipica: a causa della sua esperienza personale, tenderà a concentrare l’attenzione su certi dilemmi e a ignorarne altri e avrà un’idea del tutto personale di felicità e di bene.(…) Data la tendenza dell’inconscio a tipizzare ogni cosa, sarà proprio esso in ultima analisi a determinare che forma assumerà la...

Oggi è venerdì, ed è il giorno degli ESERCIZI DI SCRITTURA Scrivere è l’attività più bella che mi è stato dato di conoscere. La scrittura mi è venuta in soccorso tante volte, e tante volte mi ha dato coraggio e forza e entusiasmo e ha anche guarito il mio passato. Scrivere ha bisogno di allenamento e richiede fiato e costanza. Anche la...

SCRIVERE DI SÉ è la rubrica del giovedì, e settimana dopo settimana ragioniamo su cosa significhi scrivere di sé. Se inizi a raccontare pezzetti della tua storia, anche piccoli, poco per volta arriva il momento in cui scrivere diventa un bisogno, un appuntamento quotidiano, la necessità che non può essere elusa. Non puoi più uscire di casa (facciamo conto che lo si...

EMOZIONI DA VIVERE E SCRIVERE è la rubrica del martedì, che questa settimana esce al mercoledì. Le emozioni sono alla base della nostra vita e anche di ciò che scriviamo. Se non sappiamo far emergere le emozioni nelle nostre pagine, ciò che scriviamo sarà pure ben scritto ma resterà qualcosa di arido, che non trasmette niente. In questa rubrica incontrerete emozioni, oltre...

La rubrica del mercoledì è PERCHÉ SCRIVIAMO, e oggi vi dico perché occorre scrivere SENZA AVERE FRETTA “Non dovete avere fretta. Il treno più veloce non è il miglior treno che potete prendere per arrivare a destinazione. E prima di scegliere una destinazione, chiedetevi tutti cosa significhi la parola destinazione. E perché derivi proprio dalla parola destino.”* Scrivere come qualcosa che ci lega...

 “L’inconscio deve fluire liberamente, attingendo, se necessario, ai tesori della memoria, alle emozioni, agli episodi, alle scene, a tutti i tratti del carattere e a tutte le intuizioni che ha raccolto. La componente conscia della mente deve controllare, associare e selezionare quei materiali senza, però, ostacolare il fluire dell’inconscio perché è da quest’ultimo che provengono personaggi tipici, scene tipiche, reazioni...

Scrivere è l’attività più bella che mi è stato dato di conoscere. La scrittura mi è venuta in soccorso tante volte, e tante volte mi ha dato coraggio e forza e entusiasmo e ha anche guarito il mio passato. Scrivere ha bisogno di allenamento e richiede fiato e costanza. Anche la scrittura come la intendo io, che più che del prodotto...

Iniziamo sperimentando una scrittura che poco ha a che fare con la “forma” della narrazione, con i criteri che una “buona storia” dovrebbe seguire; lavoriamo innanzitutto sulle nostre motivazioni a voler scrivere, su cosa voglia dire scrivere, sul come organizzare le giornate e gestire il tempo. Lavoriamo sulla memoria e sui ricordi: andremo indietro nel tempo, torneremo bambini e al primo...

Carta e penna. Non serve nient’altro Per scrivere davvero bastano carta e penna, e nient’altro. Anzi, no: un’altra cosa serve, ed è il darsi il permesso di scrivere schifezze. È fondamentale, se davvero vuoi scrivere, che tu ti permetta di scrivere le cose più insulse e schifose, di creare frasi con punteggiature sbreccate e grammatica claudicante. Se pretendi di “scrivere...

L’OROSCOPO DELLO SCRITTORE – OVVERO NATI SOTTO IL SEGNO DELLA PENNA (Spudoratamente e liberamente ispirato all’oroscopo di Rob Brezsny, pubblicato su Internazionale). “Ciò che danneggia di più una persona è lavorare, pensare e sentire senza alcuna necessità interiore, senza desiderio profondo, senza piacere, come un semplice automa del dovere”, scriveva il filosofo Friedrich Nietzsche. Caro Nato sotto il segno della Penna, da...

“Ciò che fa bene alla componente conscia dello scrittore – a quella dell’artigiano paziente e del critico puntiglioso – rovina la componente conscia, l’artista, e viceversa. È però possibile insegnare a entrambe le componenti della propria personalità a convivere in armonia e il primo passo è capire che ci si deve comportare non come una sola persona, bensì due.”* Questa rubrica...

Esercizi di scrittura è una delle rubriche che ogni giorno curo e pubblico sulla mia pagina Facebook, Francesca Di Gangi & Scrittura Riparativa. Scrivere è l’attività più bella che mi è stato dato di conoscere. La scrittura mi è venuta in soccorso tante volte, e tante volte mi ha dato coraggio e forza e entusiasmo e ha anche guarito il mio...

È una delle rubriche che ogni giorno curo e pubblico sulla mia pagina Facebook, Francesca Di Gangi & Scrittura Riparativa. In questa rubrica parleremo della scrittura di sé e della voglie e della fatica di scrivere della nostra storia, della memoria che ci fa ciò che siamo, dei ricordi che vogliamo mantenere e di quelli che è finalmente il momento che...

EMOZIONI DA VIVERE E SCRIVERE Le emozioni sono alla base della nostra vita e anche di ciò che scriviamo. Se non sappiamo far emergere le emozioni nelle nostre pagine, ciò che scriviamo sarà pure ben scritto ma resterà qualcosa di arido, che non trasmette niente. In questa rubrica incontrerete emozioni, oltre che uno spunto per scriverne. Per la descrizione ho attinto all’Atlante...

Se ami scrivere, è necessario che tu abbia fiducia nella tua scrittura. Fiducia vuol dire anche impegnarti, la scrittura richiede dedizione e cura e ascolto. Scrivere non è produrre buone righe, scrivere è andare a fondo, è mettere le mani anche (forse soprattutto) nella tua parte più privata e scura. Scrivere ti può portare lontano, soprattutto se non finalizzi l’attività dello...

In quello che faccio ci credo. Come potrei, altrimenti, con un occhio sbertucciato – il mio amato e ormai noto Eustocchio – stare al pc quel tanto che basta per dare forma e ordine ai mille progetti che comunque mi girano in testa? Qualcosa l’ho dovuto mettere in attesa, qualcosa faccio in modo che continui ad andare avanti. Sono a capacità...

“Mentre il trauma ci lascia muti, il percorso per superarlo è lastricato di parole, assemblate con cura, una dopo l’altra, fino a quando l’intera storia può essere rivelata”.[1] Il trauma lascia muti, dice Van Der Kolk, e al trauma occorre dare parole se da quel trauma si vuole riemergere e guarire. Niente come la scrittura sa farlo. Aprire un quaderno per...

Stamattina un’amica di facebook mi scrive su messenger. Ha letto i miei ultimi post, sa del mio occhio e di come ho vissuto la paura delle settimane di Gennaio. Mi scrive che ha letto il mio “cuore” (così lo scrive, fra virgolette) e che leggere le ha smosso qualcosa e paragona l’effetto del mio post a due libri che ha...

In tutto quel che mi succede, io ci vedo sempre un lato buono. Magari questo non mi aiuta a essere iperperfezionista o ipercompetitiva, ma di sicuro vivo meglio. E me ne infischio di perfezionismo e competitività. Venerdì sarò ancora dall’oculista, ancora un altro controllo, ancora il mio occhio scrutato e indagato. So che man mano che si avvicinerà l’appuntamento la mia...